:: RESOCONTO DELL’OPEN DAY #05: USARE FACEBOOK, TWITTER, YOUTUBE E ALTRI SOCIAL NETWORK PER IL MARKETING AZIENDALE

Le sessioni relative all’ultimo dei cinque OPEN DAYS di Communication Village hanno affrontato dei temi pratici: come attuare concretamente delle azioni di social media marketing sfruttando i canali principali esistenti sul web, come Facebook, Twitter, YouTube, LinkedIn, Flickr, FriendFeed, MySpace, ecc.

L’interesse intorno a questo tema deriva dal fatto che c’è una conoscenza estremamente ridotta di quali azioni compiere per operare nel Web 2.0 a fini di marketing.

Quasi tutti i partecipanti hanno manifestato una considerevole mancanza di informazioni sul Web 2.0 e sul social media marketing in generale.
In larga parte, Facebook viene visto come il riferimento unico del social media marketing, con l’aggravante che si ritiene che le azioni in Facebook si risolvano tutte nel creare una pagina aziendale e tenerla il più possibile aggiornata. Una visione che non fa altro che traslare all’interno di Facebook il modello di comunicazione del Web 1.0 basato sulla creazione di un sito vetrina. Ovviamente, questo modello operativo non sfrutta assolutamente le potenzialità del Web 2.0 e non può offrire all’impresa quelle opportunità considerevoli che il social media marketing è in grado di realizzare.

In ciascuna sessione dell’OPEN DAY #05 sono state illustrate a volo d’uccello alcune delle più significative pratiche di marketing che possono essere effettuate nel web contemporaneo, evidenziandone gli aspetti tecnici e operativi. Il discorso è stato focalizzato su cosa esattamente si può fare e quali procedure occorre attuare per ottenere risultati importanti, con esempi concreti relativi al mercato di riferimento di ciascuna azienda partecipante. Tutti gli intervenuti hanno rilevato con stupore l’efficacia di questo tipo di web marketing e il valore dei risultati che si possono conseguire.

La domanda finale, che quasi sempre è stata posta ai nostri consulenti, è stata: perché le aziende non stanno facendo quasi niente in questo senso e non stanno sfruttando i vantaggi del social media marketing?

La risposta data, che argomenteremo in un altro post, è che, oltre alla tendenza conservativa tipica dei manager a temere qualsiasi cambiamento sostanziale nelle politiche aziendali, le imprese italiane sono vittime di una disinformazione sistematica su questi temi. Se gli operatori del settore continuano a parlare dei benefici del social media marketing e dei metodi per renderlo efficace al massimo livello, larga parte di queste informazioni si riduce a un parlarsi addosso. Pochissima comunicazione infatti arriva realmente alle aziende, che rimangono legate, comunque, ai modelli tradizionali delle campagne pubblicitarie, con predilezione per i media televisivi.

A mantenere questa tendenza verosimilmente contribuiscono alcune delle più grandi agenzie di pubblicità, che essendo quasi tutte basate sui soli media tradizionali considerano Internet un ambiente capace di erodere larga parte degli utili e in questo senso da lasciare nell’ombr.

Probabilmente giocano un ruolo non trascurabile anche le politiche governative, che non puntano a fornire alle aziende quelle informazioni e quegli strumenti finalizzati a incentivare la crescita e a massimizzare il rapporto costo/beneficio di ogni campagna di marketing communication e che in generale non considerano Internet e il web – e in generale tutto il comparto ICT – una leva imprescindibile per il sostegno e il rilancio dell’economia nazionale.

6 thoughts on “:: RESOCONTO DELL’OPEN DAY #05: USARE FACEBOOK, TWITTER, YOUTUBE E ALTRI SOCIAL NETWORK PER IL MARKETING AZIENDALE

  1. Alessandro mercoledì, 7 luglio 2010 / 16:38

    Sono d’accordo con quello che dici ma come può un’azienda investire, ad esempio, in Facebook tante energie su un social media che tratta male i suoi clienti e non ti da la possibilità di avere il controllo diretto sui tuoi contenuti?

    Guarda cosa è capitato a me:

    http://www.alessandrogiuliani.it/index.php?id=1678

    • Pierluigi Emmulo mercoledì, 7 luglio 2010 / 18:18

      @Alessandro Ai nostri clienti noi facciamo presente incessantemente di non identificare il social media marketing con il Facebook marketing. Facebook è solo uno dei tanti canali possibili – sicuramente uno dei più importanti, ma non certamente l’unico – attraverso cui sviluppare una campagna di comunicazione di marketing impiegando gli strumenti del Web 2.0.

      Un piano ben articolato deve prevedere una molteplicità di canali ben interrelati, in cui fare girare le informazioni, intercettare punti di vista e opinioni dei destinatari della campagna e avviare dialoghi diretti. Un buon piano si basa proprio sul flusso di contenuti da un canale all’altro (blog, Facebook, LinkedIn, YouTube, Flickr, FriendFeed, Twitter, ecc.), in modo da creare correnti di idee sempre nuove e varie, stabilire relazioni con un numero quanto più ampio possibile di utenti del web e, soprattutto, comunicare in modo da cogliere le suggestioni degli utenti e arricchirle, piuttosto che imporre dei messaggi con chiaro indirizzo pubblicitario.

      Questo tipo di azioni ad ampio raggio difficilmente entrano in conflitto con le policy di utilizzo della piattaforma Facebook. Siccome però incidenti di questo genere si possono verificare anche in seguito a un comportamento correttissimo come – presumibilmente – è stato il tuo, l’impiego di numerosi canali concomitanti permette di ridurre al massimo i rischi di bruciare totalmente gli esiti di una campagna basata su un solo canale. Anzi, proprio attraverso gli altri canali è facile dare notizia di un incidente simile, innescando immediatamente un’ondata di consensi che compensa il danno momentaneo.

      Va detto poi anche che Facebook non è un canale completo e non consente da solo la creazione di ogni genere di contenuto. In massima parte è un canale agglomerativo, in cui si ritrovano una serie di elementi – video, immagini, testi, musica, ecc. – che provengono da altri canali. Sperare di ottenere grandi risultati di comunicazione facendo impiego soltanto degli strumenti offerti all’interno di Facebook senza ricorrere all’uso attento e competente di canali esterni significa tarpare le ali a una campagna.

  2. Alessandro mercoledì, 7 luglio 2010 / 18:41

    @Pierluigi: sono d’accordo con te e ti ringrazio per il tempo che hai dedicato per la tua articolata risposta.

    Il social marketing rappresenta un’evoluzione epocale per le aziende che, quest’ottica, dovranno allocare generose risorse.

    Peraltro noto come molte agenzie di comunicazione siano rimaste molto indietro nell’organizzarsi per proporre servizi di questo tipo.

    E’ da considerare anche la questione del target in quanto, ad esempio, twitter e facebook, hanno utenze di diverso tipo.

    Tutto è meglio, certamente, ma impegnativo da gestire sia in termini di risorse umane che economiche.

  3. Arianna Bernardini giovedì, 8 luglio 2010 / 16:09

    Ciao Alessandro,

    esattamente, se è possibile saperlo pubblicamente o privatamente (in questo caso, potresti aggiungermi via Facebook: http://www.facebook.com/ariannabernardini, se hai ancora un account, o via Skype tramite il nome utente communication_village), quali azioni hai svolto in Facebook?
    Perché non è così immediato farsi cancellare uno o più account, a meno che, per esempio, non si faccia una sorta di “spam” inviando messaggi massivi sia privati che pubblici oppure si aggiungano troppi utenti in una sola sessione. O a meno che qualcuno, infastidito dalla tua presenza o da quella delle Fan Page a cui hai dato vita abbia organizzato una “combriccola” che cliccasse su “Segnala/blocca questa persona”.

  4. Alessandro sabato, 10 luglio 2010 / 14:16

    … infastidito dalla presenza delle Fan Page a cui hai dato vita abbia organizzato una “combriccola” che cliccasse su “Segnala/blocca” …

    E’ quello che è capitato. Facebook ha chiuso pagine ed account senza possibilità di replica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...