:: BLOG AZIENDALE: A CHE COSA SERVE E PERCHÉ CREARE, AGGIORNARE E MANTENERE ATTIVO IL BLOG DELL’AZIENDA

(Speciale scritto per WebMasterPoint)

Sebbene già si sia nella cosiddetta era “Enterprise 2.0”, molti imprenditori ancora si chiedono “A cosa serve un blog aziendale?”, pensando che spazio dedicato a eventi e news sul sito aziendale (laddove peraltro ci fosse) sia sufficiente a completare la comunicazione veicolata nel web.

La domanda “Perché creare il blog aziendale?”, e il conseguente rifiuto, si fondano in realtà su un insieme di errori di valutazione.

Il blog aziendale rappresenta uno strumento di comunicazione molto potente per informare su attività interne all’azienda, progetti in corso o futuri, innovazioni adottate, know-how ed expertise sviluppati nel tempo, valori, stile di vita aziendale e livello di soddisfazione del personale (che completano la mera offerta dei prodotti e le statistiche rese note). Il blog è in grado di fare fuoriuscire l’azienda dagli schemi più rigidi del proprio sito web e di aprirsi a un confronto attivo e vivace grazie ai commenti lasciati ai post aziendali.

Il blog aziendale, che ha costi contenuti, è facile da utilizzare, si può integrare automaticamente con i social network (es. Facebook, Twitter, ecc.) oltre che essere ridondato gratuitamente sui social news e social bookmark (es. OKNOtizie, Upnews, Diggita, Notizie Flash, Wikio) e permette all’impresa di essere percepita come dinamica ed efficiente, è una sorta di agorà virtuale, cioè un luogo di discussione in cui si rendono note al proprio target attività e novità aziendali e consente di sviluppare un dialogo diretto e immediato con nuove aziende e persone per attuare ulteriori opportunità di vendita o di partnership, è quindi in grado di catturare l’interesse e la stima di fornitori, partner e clienti fidelizzati e potenziali. Il dialogo con queste tre categorie è davvero prezioso per distinguersi dai competitor, evolvere nel mercato e incrementare il successo.

Inoltre il blog aziendale ha ottimi effetti sull’attività SEO (Search Engine Optimization, ‘ottimizzazione per i motori di ricerca’), che determina maggiore visibilità nel web attraverso il buon posizionamento nei motori di ricerca (ma senza dovere pagare la parcella della figura professionale del SEO) mediante l’impiego di parole chiave (keywords) adeguate alle mansioni dell’azienda.

A clienti, partner e fornitori non è sufficiente dichiarare, sulle pagine del proprio sito web, “Leader di mercato”, “Leader nel settore del…”, “Primi in…”, “Servizi e prodotti di alta qualità” e altri slogan altisonanti (abusati ormai da tante imprese e pertanto poco credibili). Occorre invece dimostrare l’effettivo valore dell’azienda sul mercato e la sua preminenza rispetto ai competitor.

Come creare, aggiornare e mantenere il blog aziendale affidandolo a una persona interna all’azienda?

Nel caso non si abbiano risorse di personale da dedicare all’aggiornamento e al mantenimento del blog aziendale, qual è la soluzione possibile per risolvere il problema?

>> Leggi l’articolo completo “Blog aziendale: come fare un sito al meglio efficace per il marketing e la comunicazione” su WebMasterPoint.org.

>> Scopri le offerte di Communication Village – Blog aziendale: creazione, aggiornamento e mantenimento (6 mesi o 1 anno)

Blog aziendale (6 mesi): creazione, mantenimento e aggiornamento
Blog aziendale (1 anno): creazione, aggiornamento e mantenimento

La fornitura dei pacchetti “Blog aziendale 1 (6 mesi)” e “Blog aziendale 2 (1 anno)” prevede i seguenti servizi:

  • formazione preliminare sul valore e l’integrazione del blog nella comunicazione di marketing aziendale e sulla gestione del blog (2 ore);
  • analisi delle caratteristiche aziendali e delle esigenze di marketing e comunicazione e definizione del piano di contenuti del blog;
  • assistenza settimanale nell’individuazione dei contenuti utili al blog da parte dei responsabili dell’azienda;
  • elaborazione di contenuti originali a partire dalle tematiche concordate periodicamente con i responsabili aziendali (testi da 1.200 – 1.600 caratteri l’uno; ricerca di un’immagine per post se non fornita dal cliente; eventuali link ad altre pagine web o embedding di contenuti multimediali);
  • monitoraggio dei commenti ai post e formulazione delle risposte più congeniali (o di suggerimenti a persone dell’azienda su come elaborare la risposta).

Sono possibili anche soluzioni personalizzate.

Bookmark and Share

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...